La nostra cura per il Tattoo

by: aprile 8, 2013


procedimento-tatuaggiAppena terminato il tatuaggio la pelle circostante è infiammata, pertanto bisogna applicare una crema protettiva e bendare la parte con pellicola.

La pellicola andrà rimossa rigorosamente dopo 4 ore.

Tolto il bendaggio, detergere la zona trattata con acqua tiepida e sapone neutro ( Neutromed o Neutro Roberts ) per eliminare eventuali residui di sudore o sangue. Utilizzare sole le mani, senza servirsi di spugne, massaggiando delicatamente la parte senza sfregare.

Asciugare delicatamente con un panno di carta, ed applicare un sottile strato di crema protettiva, noi consigliamo una soluzione specifica studiata per la cura del Tattoo: Crema al Pantenolo di Apple Laboratori SrL, in vendita presso il nostro studio (a questo link illustrate le virtù di questi prodotti). Se possibile lasciare il tatuaggio a contatto con l’’aria per favorirne la guarigione. In caso di esposizione inevitabile a zone sporche su luoghi di lavoro, o ambiente poco puliti, proteggere con un leggero strato di crema lenitiva e applicare un panno di carta senza farlo aderire troppo. Adoperare lo stesso sistema per non sporcare eccessivamente lenzuola e cuscini durante la notte.

Al mattino detergere con acqua tiepida e sapone, quindi applicare un sottile strato di Crema al Pantenolo. Ripetere questa operazione 2/3 volte al giorno, avendo cura di non fare mai seccare il tatuaggio.

Bisogna evitare di soffocare il tatuaggio con un eccesso di crema perché ne rallenta la guarigione e spegne i colori finali. E’’ possibile fare la doccia, ma bisogna evitare bagni prolungati in acqua, e soprattutto in piscina, che contiene disinfettanti a base di cloro evitare inoltre esposizioni al sole e lampade, in caso di esposizione inevitabile a raggi solari, proteggere prima con una crema a protezione totale. Durante il primo anno è comunque consigliato proteggere la parte tatuata  con una buona protezione in caso di esposizione al sole.

Applicare la Crema al Pantenolo fino a completa guarigione del tatuaggio.

Nei primi 5-6 giorni evitare di indossare indumenti stretti, che sfregano sul tatuaggio e che ne impediscono una libera traspirazione, ed evitare ambienti polverosi e sporchi, per ridurre al minimo il rischio di contrarre infezioni.

E’ normale che il tatuaggio sia arrossato tatuaggie caldo per tutto il giorno seguente alla realizzazione. L’insorgenza di febbre o stanchezza può essere legata ad una seduta particolarmente dolorosa e lunga. Non è consigliato curare la zona trattata con sostanze non indicate in questo paragrafo, come creme a base di cortisone o creme antibiotiche. (Gentalyn beta – Cicatrene etc.)

Quando si sarà formata la crosta, basterà idratare la parte con semplice crema, fino a quando tutta la crosta sarà caduta da sola. Non grattare le croste, anche se penzolanti, massaggiare delicatamente con crema in caso di prurito. Proseguire l’applicazione di crema fino a quando la pelle sarà liscia e naturale.

Ad un mese dall’effettuazione del tatuaggio verrà fissato un appuntamento presso di noi per valutare il decorso della guarigione ed il risultato finale.

Se ben curato un tatuaggio in bianco e nero guarisce in circa 7-8 giorni, quello colorato 10-12.


Commenti: