Piercing Orecchio e relativi Nomi

by: maggio 30, 2013


piercing orecchio nomiNessuno sa come è iniziata la cultura del piercing sull’orecchio, ma ha preso piede in diverse culture, nel corso degli anni, in diverse zone del pianeta. Ecco le principali zone in cui praticarlo:

Lobo

E’ la zona più comunemente forata, perchè composta da tessuti morbidi che guarisce molto facilmente. Ad oggi si possono osservare lobi allungati, in cui i piercing sono stati ingranditi gradualmente per permettere l’inserimento di decorazioni dai calibri più grossi.

Anti-trago

E’ un tipo di piercing ancora piuttosto raro che si realizza sul tratto di cartilagine adiacente al trago.

Trago

E’ il piccolo pezzo di cartilagine posto davanti all’apertura dell’orecchio che gestisce abbastanza bene i piercing. Di solito viene eseguito con un piccolo ago cavo e il tipico gioiello da inserire è un anello.

Daith

Il nome di questo piercing deriva dalla parola ebraica che significa “saggezza”. La decorazione passa attarverso la parte di cartilagine più interna dell’orecchio, la “croce dell’elica”.

Conch (Conchiglia)

Il nome deriva dalla comiglianza della zona interessata e può essere eseguito esternamente o internamente. Viene eseguito sul “guscio” dell’orecchio e può essere complicato perchè richiede una notevole sforzo di penetrazione.  Per questo motivo è ritenuta una delle zone più dolorose tra le altre che interessano l’orecchio.

Rook (Torre)

E’ un piercing che non è destinato a tutti, ma solo alle persone che presentano questa particolare conformazione a crinale all’interno dell’orecchio. Si trova appena sopra il trago tra la conchiglia esterna e quella interna con il piercing che passa dalla parte inferiore a quella superiore della sporgenza.

Helix (Elica)

Per identificare questa zona si fa riferimento alla parte superiore dell’orecchio. Nella cultura occidentale si è sviluppata molto la tendenza di eseguirli lungo tutto il bordo.

Industrial

Vengono definiti così i piercing che utilizzano due fori praticati. In genere sono tutti tipi di piercing difficilmente “reversibili”, per la maggior parte dei casi, anche se si smette di indossarli rimarrà sempre un piccolo segno sulla zona che è stata forata. Il processo di restringimeno si complica in caso di piercing molto allargati per i quali è spesso necessario l’intervento di un chirurgo plastico.


Commenti: