I prezzi dei tatuaggi

by: novembre 4, 2014


prezzo tatuaggi

Se sei arrivato a questo articolo molto probabilmente hai già deciso di farti un tatuaggio. Ti interesserà quindi capire quanto un artista potrà chiederti per il disegno che hai in mente e se il budget che pensavi è sufficiente.

C’è un vecchio detto che dice: “I buoni tatuaggi non sono a buon mercato e i tatuaggi a buon mercato non sono buoni“. Parliamone un pò. Una volta presa la decisione di farsi un tatuaggio, la prima domanda che in genere ci si pone è: quanto costa?

La nostra modesta opinione è che ci sono questioni più importanti che andrebbero analizzate, ma spesso e volentieri le preoccupazioni si concentrano su quanto può costare una lavorazione nell’immediato e non nel lungo periodo. Queste errate considerazione spingono spesso a rivolgersi a persone non qualificate o che lavorano in condizioni igieniche non certificate e ci si ritrova magari a farsi tatuare in qualche casa privata nel dopolavoro con strumenti e inchiostri di bassa qualità.

È vero che sicuramente un “non professionista” risulta più economico, ed è anche vero che ci sono delle tipologie di lavorazioni in cui non necessariamente e un professionista risulta migliore, ma probabilmente andrebbero ricercate in altri ambiti lavorativi, come falegnami, carpentieri etc…
Quando ci sono di mezzo i tatuaggi (e in generale la propria salute) vista l’enorme vastità di professionisti preparati e qualificati, che hanno range di prezzo assolutamente variabili, non ha senso rischiare rivolgendosi a persone senza i requisiti adatti.

Lo stato delle cose

Nell’era della grandi produzioni di massa, siamo abituati ad acquistare qualunque tipo di oggetto, dagli indumenti ai telefoni, ai gadget ecc… pagandoli sempre meno (perché nella maggior parte dei casi provengono da paesi in cui la manodopera costa un’inezia) ed è quindi comprensibile che si cerchi di risparmiare su tutto. Noi sosteniamo che l’arte non possa, e non debba, essere esternalizzata, non esistono scorciatoie per la professionalità.

I tatuaggi sono spesso considerati costosi dai neofiti di questo mondo e spesso non si prendono in considerazione tutti gli aspetti che ci stanno dietro.
Il tatuaggio professionale non può essere realizzato senza la giusta formazione, senza centinaia di ore di pratica, senza le costose licenze che garantiscono la sicurezza sia in termini di ambiente che di strumentazione e senza la giusta responsabilità che si addossa l’artista.

La domanda che ci si dovrebbe porre quindi non è “Come posso ottenere un tatuaggio a buon mercato?“, ma piuttosto “Dove posso garantirmi il più alto grado di sicurezza e professionalità?“.

 


Conoscere il valore dell’artista

prezzi-tatuaggioIl principio che regola il prezzo è abbastanza semplice: se vuoi un tatuaggio di qualità, di cui esserne fieri per il resto della vita dovrai fare qualche sacrificio, perché il prezzo è fondamentalmente determinato dalla bravura, e quindi dalla reputazione, del tatuatore scelto.

Più un tatuatore è esperto, conosciuto e stimato, più alte saranno le sue quotazioni. Se non puoi permettertelo, il nostro consiglio è quello di aspettare fino ad ottenere la somma necessaria per un lavoro di cui non potrai pentirti.

Ma se invece hai davvero fretta e non puoi più aspettare, leggi attentamente questo articolo, ti aiuterà a prendere la decisione giusta.


Il valore “medio” dei tatuatori

Secondo il sito payscale.com si stima che lo stipendio medio di un tatuatore sia di circa 25.000 euro/anno, un artista alle prime armi può arrivare a 14.000, mentre un tatuatore rinnomato arriva anche a 160.000 euro ogni anno. I fattori che ne determinano il prezziario dipendono, come detto, dalla qualità delle sue opere, dai premi ricevuti, dagli anni di esperienza e anche dalla posizione geografica (che determina il costo della vita stessa).


Fattori da prendere in considerazione

Visto che il ranking del tatuatore dipende da molti fattori, sarebbe bene avere un budget flessibile, cercando di capire se, in base agli elementi che raccoglierai, il prezzo che ti sta proponendo è corretto o meno.

È fondamentale chiarire tutti gli aspetti prima di iniziare il lavoro perché, probabilmente, in base alla velocità di lavorazione, alla complessità del disegno, alla grandezza e al numero di colori, corrisponderanno cifre diverse.

Sentiti libero di chiedere una quotazione gratuita, anche spannometrica, ti sarà utile per non avere sorprese al termine dei lavori.


Sistemi di tariffazione

Non esiste un sistema “prestabilito” per proporre una quotazione; alcuni tatuatori utilizzano una tariffa oraria, altri preferiscono stabilire con il cliente un forfait variabile a seconda del tipo di lavorazione richiesta.

Anche in questo caso i fattori sono molteplici: occorre valutare se serviranno più sessioni per il completamento, se il disegno è già stato realizzato dallo studio (magari scelto tra i book di esempi), se si vuole un disegno totalmente inedito o in “esclusiva” ecc…


Colori e dimensioni

tatuaggi-dimensioniSuperfluo dire che il primo parametro di giudizio sta proprio nel disegno stesso, innanzitutto le dimensioni: normalmente maggiori sono le dimensioni, maggiori sono i costi, ma può anche non essere del tutto vero.
Ad esempio, in caso di disegni molto grandi, che però sono geometrici e monocolore, che richiedono quindi un tempo di realizzazione inferiore rispetto ad un complesso e cesellato tatuaggio di dimensioni inferiori, il costo può anche essere più piccolo. Il numero di colori influisce sia in termini di tempi realizzativi che di inchiostro utilizzato, come ad esempio nel caso di utilizzo di inchiostri speciali come nel caso dei tatuaggi “bianchi”.


Disegno

Più sono chiare le idee del disegno che hai in mente e meglio il tatuatore potrà farti un preventivo accurato. La cooperazione tra le due parti è in questo caso fondamentale: prima di iniziare ogni lavoro accertati bene che l’artista abbia compreso appieno le tue intenzioni, vale la penna anche spendere qualche soldo in più per avere un disegno preliminare in scala 1:1, anche se magari si tratta di un disegno preso da un catalogo che hai pensato di reinterpretare aggiungendo qualche modifica.


Costi fissi

Anche se vorrai tatuarti una microscopica lettera sul dito devi comunque considerare i costi fissi a cui è soggetta qualsiasi tipo di attività, studio di tatuaggi incluso, che dipendono sostanzialmente dalle attrezzature usate, qualità e numero di aghi, dai processi di sterilizzazione, dai costi di smaltimento rifiuti, dalla disinfezione del locale, dalle spese per le certificazioni, fino al banale costo di gestione dello studio stesso, elettricità, affitto ecc…, per cui non c’è da sorprendersi se anche per lavori che sembrano semplicissimi e di breve durata il costo potrà sembrare eccessivo.


Ambiente

autoclave-tatuaggioUn ultimo accorgimento che vogliamo darti per valutare se il compenso è giustificato o meno è quello di dare una bella occhiata allo studio che hai scelto. Fai quattro chiacchere con l’artista, fatti spiegare che tipo di attrezzatura intende usare, verifica che le aree di lavoro siano pulite, che vengano utilizzati sempre guanti in lattice di buona qualità, che ci siano le apparecchiature indispensabili e che ci sia aria di professionalità.


Ultimi consigli

Una volta appurato che tutti i parametri sopra descritti corrispondono a quello che ti aspetti dovrai scegliere il tuo tatuatore. La scelta dovrebbe essere fatta a prescindere dalla simpatia o dal consiglio di terze parti. Cerca di basarla su elementi concreti che speriamo essere riusciti a trasmetterti.

Ricordati che il prezzo, in casi in cui sarai “segnato” per tutta la vita (si, è vero, puoi sempre ricoprirlo o ricorrere a gli ottimi sistemi esistenti per la rimozione, ma sicuramente ti verrebbe a costare di più rispetto ad investire una cifra superiore all’inizio), non deve essere il fattore determinante, ne va della tua sicurezza e della tua salute, oltre che ovviamente del tuo aspetto estetico.

Ora dovresti avere tutti gli elementi necessari per poter operare la scelta migliore, non ti resta che trovare uno studio che soddisfi tutte le tue aspettative e, finalmente, buon tatuaggio!!!


Commenti: