BODY PIERCING?? l’ago è la scelta più sicura !!

by: febbraio 19, 2015


Mirko Vagnetti septum piercingMirko Vagnetti toungue piercing526766_425179320905605_565060136_n

 

 

 

 

392905_425179287572275_1266509392_n

 

 

 

 

 

 

 

Quanti di voi hanno avuto a che fare con fori praticati con la pistola spara orecchini? devo dire che a me ne sono capitati molti e quasi tutti con problemi di infezione o quantomeno con grosse difficoltà di guarigione. tutto ciò è dovuto all’inadeguatezza dello strumento usato che è appunto la pistola spara orecchini, questo arnese è stato realizzato sull’impronta della stessa pistola che viene usata per praticare i fori alle orecchie degli animali da allevamento ed è decisamente inadatto sia per gli animali che per le persone.

PERCHE’

In primo luogo NON E’ STERILIZZABILE per via delle parti in plastica,quindi qualsiasi batterio, virus o altro rimarrà su di esso andando a contaminare e ad infettare la persona che viene dopo,( ci sono molte riviste scientifiche, ovviamente straniere, che dichiarano apertamente l’altissimo numero di infezioni trasmesse da questo strumento, tra l’altro illegale da moltissimo tempo anche qui in Italia), ultimamente hanno creato dei “cappuccetti” usa e getta, per evitare il contatto con la pelle, ma dei test li hanno decretati inutili allo scopo, poichè non fermano i microspruzzi di sangue e fluidi corporei, quindi siamo punto e a capo.

L’altro problema fondamentale della pistola spara orecchini è il trauma che provoca alla pelle dando origine ad un foro molto irregolare che faticherà moltissimo a guarire e che sarà anche più soggetto ad infiammazioni ed infezioni, questo è dovuto all’inadeguatezza del gioiello usato per forare, che tra l’altro  viene inserito a forza nella pelle.

Ear_Piercing_GunNew-Style-font-b-Earring-b-font-Ear-Stud-font-b-Piercing-b-font-font-b

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo, ma non ultimo problema della pistola spara orecchini è che non necessita di una autorizzazione per essere usata, quindi chi pratica i fori spesso non è preparato sia tecnicamente, che professionalmente ed il più delle volte prescrive una cura inadatta a far guarire correttamente il piercing, (il nostro corpo è programmato per guarire le ferite, l’importante è tenere pulita la parte e fa tutto da se, di seguito riporterò la cura che solitamente prescrivo)

Gli aghi da piercing americani e gli aghi canula hanno la punta affilata e creano un foro preciso e regolare che guarirà in pochi giorni e senza problemi, il gioiello che viene inserito è creato appositamente per evitare di inglobarsi nel corpo, infatti sia la forma che i materiali utilizzati per realizzarlo sono anallergici e dai bordi smussati o filettature che creano pochissimo attrito solo al momento dell’inserimento, in oltre per le persone allergiche al nichel, ci sono materiali alternativi all’acciaio chirurgico come titanio bioflex o teflon.

DVN-500x500THN-500x500

 

 

 

piercing-barbell

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

il PIERCER PROFESSIONISTA è preparato, perchè consegue un attestato regionale per poter praticare il suo lavoro e perchè, essendo appassionato, si documenta e si aggiorna in continuazione e tutto questo insieme alla pratica, nel tempo gli da l’esperienza adatta per fronteggiare ogni situazione. ( praticare i piercing è a tutti gli effetti un lavoro artigianale che quindi necessita di un periodo più o meno lungo di apprendistato prima di poter forare professionalmente )

la cura sotto indicata è nata grazie all’esperienza che ho accumulato nella mia cariera di piercer professionista, anche e soprattutto dalla condivisione di esperienze con altri piercer che ringrazio infinitamente.

E’ da tenere in considerazione che la cura va adattata ad ogni persona.

COME CURARE IL TUO PIERCING

Il piercing è un foro praticato sulla pelle o sulle mucose del tuo corpo, per tanto va lavato e protetto dalle impurità, si raccomanda di seguire alla lettera le istruzioni sotto riportate per almeno 15 giorni e di chiamare il professionista prima di effettuare qualsiasi variazione della cura e prima di qualsiasi intervento

Sensazioni dovute al piercing Appena fatto

sentirai  Bruciore, pulsazione, lieve dolore e successivamente potrebbe presentarsi un lieve gonfiore. Durante i seguenti 15 giorni il piercing  potrebbe avere delle perdite di liquido bianco giallino che sono solamente sintomo di giusta guarigione.

PIERCING CORPORALI:  ( cartilagine, lobo, sopracciglio, surface, microdermal, capezzolo, ombelico, narici e setto)

LAVARSI ACCURATAMENTE LE MANI PRIMA DI ESEGUIRE LA CURA

Effettuare tre lavaggi al giorno utilizzando SOLUZIONE FISIOLOGICA lasciarla in loco per circa 10 secondi fino ad ammorbidire eventuali crosticine e spurghi, dopo di che pulire intorno con una garza sterile.

NON staccare le crosticine senza averle prima ammorbidite . NON infastidire girare sfregare etc… .

NON toccare con le mani sporche .

NON indossare indumenti sintetici a contatto con il piercing

PIERCING ORALI:  (labbra, guance, lingua, frenulo linguale, frenulo labiale inferiore e superiore )

Diluire un quarto di COLLUTTORIO SENZA ALCOOL E PREFERIBILMENTE NATURALE in mezzolitro d’acqua liscia potabile, sciacquare la bocca dopo ogni pasto, dopo aver fumato, dopo aver assunto bevande zuccherate e ogni qualvolta se ne senta il bisogno .

NON giocherellare con il piercing .

NON staccare le crosticine senza averle prima ammorbidite .

NON mangiare cibi piccanti, troppo salati, troppo speziati, troppo caldi, troppo dolci .

NON BERE ALCOLICI ne bevande gasate .

NO rapporti orali .Consumare cibi che si deglutiscono facilmente (semiliquidi o liquidi) freddi o tiepidi

PIERCING GENITALI

Eseguire 3 lavaggi al giorno applicando il sapone intimo SAUGELLA ATTIVA , (flacone verde) risciacquando abbondantemente con acqua corrente fresca o tiepida, gli indumenti intimi indossati dovranno essere di cotone e sempre puliti .Attenzione:  i lavaggi vanno effettuati anche dopo le normali attività fisiologiche giornaliere .

NON infastidire, girare, tirare il piercing .

NON staccare le crosticine senza averle prima ammorbidite .

NON avere rapporti sessuali di alcun genere per almeno 15 gg previo controllo

COME CURARE IL TUO MICRODERMAL

Il MICRODERMAL ANCHOR è un piccolo impianto che viene inserito sotto la pelle, la piastrina è lunga circa 7 mm, per quelli da viso ancora meno, i materiali di cui è composto il gioiello sono certificati ed il titanio è adatto ai soggetti allergici ai metalli .                                                         Come tutti i piercing è una vera e propria ferita e va lavato e protetto dalle impurità, si raccomanda di seguire alla lettera le istruzioni sotto riportate per almeno 15 giorni e di chiamare il professionista prima di effettuare qualsiasi variazione della cura o per qualsiasi intervento

LAVARSI ACCURATAMENTE LE MANI PRIMA DI ESEGUIRE LA CURA

Effettuare tre lavaggi al giorno utilizzando la soluzione fisiologica, lasciarla in loco per circa 10 secondi fino ad ammorbidire eventuali crosticine e spurghi, dopo di che pulire intorno con una garza sterile, applicare un piccolo cerotto sia la notte che durante il giorno . NON staccare le crosticine senza averle prima ammorbidite .

NON infastidire girare sfregare etc…

NON toccare con le mani sporche .

NON indossare indumenti sintetici a contatto del microdermal

SI RICORDA DI NON PRENDERE INIZIATIVE PERSONALI DI ALCUN TIPO, CHIAMARE IL PIERCER PER OGNI EVENIENZA

Mirko Vagnetti: piercer della Mik Ink associazione culturale

Mik Ink associazione culturale

 

 

941817_4217929264861_1174722500_n

 

 

 


Commenti: