Un po’ di storia…By Inkforpassion

by: novembre 17, 2013


TATTOO STORIA E SIGNIFICATO

La parola Tattoo deriva dal Taitiano “Tattau” che significa “segnare” e proprio i Polinesiani più di qualsiasi altro popolo contribuirono all’evoluzione (e successivamente alla diffusione) del tatuaggio nel mondo! La storia dei tatuaggi ha delle radici antichissime. Alcune mummie egiziane vecchie di più di 2000 anni sono state rinvenute con dei tatuaggi. Sono stati ritrovati tatuaggi anche su un uomo ritrovato al confine tra Italia ed Austria qualche anno fa col corpo congelato e mummificato risalente a circa 3000 anni fa. Anche sui testi degli antichi Greci, dei Galli, dei Bretoni e persino nella Bibbia si fa riferimento ai tatuaggi che quindi sono antichi come la storia stessa dell”uomo. In culture differenti, i tatuaggi hanno ed hanno avuto un significato differente. I polinesiani associavavano quest”arte di decorazione del corpo alle loro credenze tribali e religiose.

I tatuaggi (realizzati secondo delle cerimonie religiose molto elaborate), avevano lo scopo di raccontare e testimoniare i passaggi fondamentali della vita di una persona: la tribù di appartenenza, il rango sociale, lo stato coniugale di un individuo. Ai tempi dei romani erano usati per riconoscere gli schiavi ed i fuorilegge. Appartenere ad una di queste categorie rimaneva quindi un segno indelebile per tutta la vita. Gli esploratori (in particolare i marinai) li usavano ai tempi delle colonizzazioni Inglesi come ricordo e testimonianza dei propri viaggi e delle proprie avventure per il mondo. Oggi, avere un tatuaggio significa per alcuni seguire la moda e decorare il proprio corpo principalmente per un fatto estetico e nulla più. Per altri invece i tatuaggi sono un modo per comunicare e rivelano gli aspetti più profondi del proprio carattere.


Commenti: