Tattoo e Piercing in costante crescita. Ecco le statistiche.

by: ottobre 4, 2010


statistiche tatuaggi e piercingLa crescita di queste pratiche è davanti agli occhi di tutti.
Fra gli adolescenti abbiamo un più alto numero di persone che ha un piercing, il 31,3%, mentre l’11,3% ha un tatuaggio. Questo dato cambia fra gli universitari, dove il tattoo sale al 24,5%, mentre il 33% ha un piercing.

Questi dati provengono dall’università Parthenope di Napoli presentato al convegno della Società italiana di igiene a Venezia. Lo studio è stato fatto su un campione di 9.322 studenti.
Il sesso che predilige il piercing è quello femminile e l’età media in cui si decide di farlo è di 13 anni, mentre sale a 15 anni per il tatuaggio.

Il risultato delle motivazioni ci hanno lasciato un po’ perplessi. Infatti lo studio comunica che il 25,7% dei giovani lo fa perché sono di moda, mentre a salire di età il 22,4% dice “non lo so”. Noi speriamo e siamo anche convinti che sotto ci sia anche la passione per questa forma di arte corporea.

Invece i dati inerenti alla sicurezza dovrebbero essere colmati, visto che il 79,4% fra gli adolescenti e l’87,2%
fra gli universitari non è consapevole pienamente dei rischi infettivi, se praticato da persone inesperte e non del mestiere. Questi dati scendono di valore fra gli universitari, andando al 33,5%.


Commenti: